sabato 19 gennaio 2019

RISOTTO SALSICCIA E ZAFFERANO


Ho preparato questo ottimo risottino un pò per caso dopo aver consultato una rivista di ricette e naturalmente averlo rivisitato e adattato ai miei gusti. La salsiccia ha un sapore inconfondibile che rende ogni piatto gustoso si sa, ma vi assicuro che lo zafferano, questa spezia così preziosa, con il suo sapore pungente ed il colore intenso conquisterà anche voi. Vi consiglio di preferire una salsiccia dal gusto delicato, evitate quella troppo saporita, solitamente arricchite con molta concia durante la lavorazione, perchè il risotto sarebbe ricco di sapore e coprirebbe la bontà dello zafferano.
Nota della Spesa
gr. 150 di riso carnaroli o arborio
g. 100 di salsiccia fresca
g. 40 di parmigiano reggiano
g. 40 di burro
1 cipolla piccola dolce
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1/2 litro di brodo vegetale
sale, pepe
*************************************************************************************************

Fare appassire in una casseruola a fuoco dolce la cipolla tritata con gr. 20 di burro per 2 o 3 minuti, aggiungere la salsiccia sbriciolata e pelata rosolare bene per 5 minuti o finché sarà dorata. Aggiungere il riso tostarlo per alcuni minuti, sfumare con il vino e dopo averlo lasciato evaporare 2 mestoli di brodo dopo aver sciolto lo zafferano. Mescolare e proseguire la cottura unendo il brodo lentamente. Quando il risotto sarà cotto al dente, spgnere regolare di sale e pepe incorporare il restante burro freddo mangecare il riso aggiungendo anche il parmigiano reggiano. 
Lasciare riposare coperto per 2 minuti, poi servire con una generosa spolverata di parmigiano reggiano.

domenica 13 gennaio 2019

PERE AL CABERNET CIOCCOLATO E PEPERONCINO


 Nelle sere invernali, fredde e nebbiose oppure come fine pasto domenicale, quando non si è preparato niente di dolce, una pera nel cestino della frutta la troverete sicuramente per preparare  un dessert caldo e profumato, l'ideale per riscaldarci dopo una giornata fredda. Io ho usato del cabernet, ma potrere usare qualsiasi altro vino rosso, fermo. La vostra casa s'inonderà del profumo inconfondibile del vino cotto e della cannella. E' un'ottima coccola invernale.

Nota della spesa
4 pere 
3 dl di vino cabernet
g. 50 di zucchero
g. 700 di cioccolato fondete
1/2 stecca di cannella
peperoncino in polvere
peperoncino secco
*********************************************************************************************
Incidere la base delle pere con un coltellino per eliminare il torsolo ma lasciando il picciolo. In un pentolino alto e stretto disporre le pere copritele con il vino, aggiungere la cannella, lo zucchero e cuocere a fiamma molto bassa per circa 20 minuti.
A cottura ultimata togliere le pere lasciarle raffreddare, ma continuare la cottura del liquido per altri 15 minuti finché non sarà denso e sciropposo. Sciogliere a bagnomaria il cioccolato con un pizzico di peperoncino. Servire le pere irrorandole con la riduzione al vino e con il cioccolato fuso e decorare con peperoncino intero.
                                                              Siate sempre lieti.
                                                                   Nonna Dani

domenica 6 gennaio 2019

MUFFIN ALLA ZUCCA anche per la BEFANA

Ogni tanto la mia "piccola pasticcera" ha voglia di pasticciare nella mia cucina, oggi ha preparato i muffin, che a lei piacciono in tutte le salse, con la zucca. La ricetta originale prevede l'olio di semi, ma noi preferiamo il burro, la zucca l'abbiamo aggiunta come da ricetta cruda, ma la prossima volta la cuociamo. Per il resto niente da dire sono deliziosi.

Nota della spesa
g. 250 di farina
g.  70 di fecola di patate
g. 250 di zucchero
g. 200 di zucca grattugiata
g. 150 di burro ammorbidito
2 uova
cannella
noce moscata
una bustina di lievito istantaneo
1 pizzico di sale
******************************************************************************************
Nella planetaria la pasticcera ha impastato il burro con lo zucchero, ha unito la farina, la fecola le uova e ha continuato ad amalgamare bene gli ingredienti, aggiungendo la zucca, una spolverata di cannella e una grattatina di noce moscata, il pizzico di sale ed infine il lievito.
 Ha riempito  gli stampini del composto e ha infornato a 200° per 30 minuti.
                                    Buoni, buoni anche per una ricca e sostanziosa colazione.
                                                      Buona Epifania a tutti.
                                                          Siate sempre lieti.
                                                               Nonna Dani

giovedì 3 gennaio 2019

POLLO CON LE MANDORLE E PEPERONI


 La prima ricetta del nuovo anno è un classicissimo della cucina cinese, naturalmente rivisitata e adattata ai miei gusti ed esigenze. Sicuramente diversa da quella che si può mangiare in un ristorante cinese che si rispetti, ma altrettanto gradevole al palato di casa mia. Con l'aggiunta dei peperoni e della cipolla sono riuscita a camuffare il sapore del pollo che ahimè, quando lo propongo non si fanno i salti mortali dalla gioia nè i fuochi d'artificio..... ma così è piaciuto.                            
Nota della spesa
1 petto di pollo tagliato a dadini
g. 70 di mandorle pelate
3/4 cucchiai di salsa di soia
1/2 bicchierino di porto o marsala secca
1 cucchiaino di zucchero
pepe bianco
1 cucchiaio di fecola
1/2 spicchio d'aglio
 peperone verde e giallo tagliato a strisce
1 piccola cipolla dolce
olio evo
***********************************************************************************************
Dopo aver tagliato a cubetti il pollo in una capiente ciotola mescolarlo a freddo con la salsa di soia, la fecola, il porto, i peperoni tagliati lo zucchero.
Nel wok fare soffriggere leggermente la cipolla l'aglio in alcuni cucchiai di olio poi unire il pollo i peperoni ed il liquido rimasto nell ciotola.
 Fare saltare velocemente a fuoco vivace per 10/15 minuti o il tempo necessario per cuocere il pollo. A cottura quasi ultimata aggiungere le mandorle, qualche cucchiaio di soia, amalgamare bene e servire caldo.
                                                             E' BUONO, BUONO.
                                                     BUON ANNO A TUTTI.                                                          
                                                            Siate sempre lieti.
                                                                 Nonna Dani

domenica 23 dicembre 2018

JOULULIMPPU, PANE DI NATALE FINLANDESE per QUANTI MODI DI FARE E RIFARE

Finiamo alla grande l'anno con l'ultimo appuntamento dei quanti modi di fare e rifare, questa ricetta è veramente profumata e particolare nel sapore. Preparare questo pane è stata per me una vera scoperta. Innanzitutto perchè il mio licoli è in sciopero e non ho ancora capito bene il perchè.... quando ho visto la ricetta proposta dalla cuochina che prevedeva l'uso del lievito secco, ho capito che era quella che aspettavo. Procurarmi la farina di segale pensavo fosse più semplice, invece ho faticato tantissimo ed infine ho ceduto ad un preparato di pane ai cereali trovato nel supermercato vicino a casa contenente anche la farina di segale, ma non è finita qui... fra gli ingredienti di questo mix mi sono ritrovata  il lievito secco, che devo essere sincera se me ne fossi accorta al momento dell'acquisto non avei comprato. E' andata bene anzi molto bene direi, ho aggiunto al preparato la farina manitoba e una parte di farina tipo 2 che avevo in casa, metà quantitativo di lievito secco previsto dalla ricetta ed infine a sostituzione dello sciroppo di melassa ho usato la saba o sapa uno sciroppo di uva che si ottiene dal mosto appena pronto di uva bianca o nera. Tipico prodotto dell'Emilia Romagna, la saba si chiama anche mosto cotto, si prepara anicamente versando in un paiolo di rame insieme ad una dozzina di noci con il guscio che rigirandosi nel suo bollire lento, aiutano il mosto a non attaccarsi sul fondo del recipiente. Quando si sarà ridotta ad 1/3 la saba è pronta.  La saba viene utilizzata in diversi modi, come dolcificante, come sorbetto nella granita, come condimento per legumi, per insaporire il pane, polenta e tortelli dolci. Infine si prepara un'ottimo pane di Natale ricco di spezie, canditi, pinoli, frutta secca. 
Il risultato finale è stata una vera sorpresa, ho sfornato un'ottimo pane profumatissimo, che presenterò
sulla mia tavola di Natale preparando sfiziose tartine che non mancherò di pubblicare prossimamente.


Nota della spesa
g. 280 di farina manitoba
g.  70 di farina macinata a pietra tipo 2
g. 300  preparato per pane ai cereali con lievito
g. 120 di saba (mosto cotto)
g. 400 di latte
3 cucchiai di olio di semi di arachidi
3 g. di lievito secco
1 cucchiaino e mezzo di sale               
1 cucchiaino di semi di finocchio
1 cucchiaino di semi di cumino
1 cucchiaino di marmellata di arancia amara
Per la glassa
2 cucchiai di saba diluita con acqua calda


****************************************************************************************************
Come prima cosa ho riscaldato la saba ed ho aggiunto il cucchiaio di marmellata arancia amara, non appena ha iniziato a sobbollire l'ho tolta dal fuoco e lasciato raffreddare. Ho aggiunto il latte e quindi i due grammi di lievito. Ho versato nella planetaria aggiungendo le spezie, poi le farine ed ho iniziato ad impastare, ho aggiunto l'olio e il sale.
Quando l'impasto si è incordato bene l'ho trasferito su una spianatoia e ho continuato ad impastare per alcuni minuti facendo alcune pieghe. A questo punto l'ho trasferito in una ciotola di vetro l'ho coperto con  la pellicola e lasciato lievitare fin oltre il raddoppio. (circa 3 ore) Ho ripreso l'impasto e l'ho diviso in due parti formando di due palle e rimesse a lievitare  (circa 1 ora). 
Nel frattempo ho riscaldato il forno a 180°, infornato per 40 minuti. Appena sfornato ho spennellato la superficie con la saba diluita.

Ottimo con burro prosciutto crudo.
Saluto e ringrazio Anna&Ornella la cuochina e tutte voi che passerete da me, per un saluto ed un augurio.
BUON NATALE A TUTTI.
Nonna Dani



sabato 15 dicembre 2018

FROLLA CON MELE & C. DI NONNA DANI

Per domani domenica, potete preparare questa ottima torta che ho preparato dopo aver unito due ricette. Ho usato una frolla particolare   molto morbida che si stende bene solo con carta forno leggermente corretta nelle proporzioni e il ripieno dell'inconfondibile strudel di mele già pubblicato tempo fa. Che dire è buonissima delicata, profumata inconfondibile nel suo sapore autunnale, fino all'ultimo pezzettino....
Nota della Spesa
Per la pasta frolla
g. 380 di farina
g. 200 di zucchero
g. 150 di burro
2 uova
limone gratt.
1 bustina di lievito
zucchero a velo
Per il ripieno
3 mele tagliate a fettine 
g. 70 di uvetta sultanina ammollata nel run
g. 70 di mandorle pelate e tritate
una spolverata di cannella
succo di limone spremuto.
**********************************************************************************************
Preparare la pasta frolla impastando tutti gli ingredienti e lasciare riposare circa mezz'ora prima di aggingere il lievito. Nel frattempo in una ciotola unire le mele tagliate, l'uvetta scolata dal liquore, le mandorle, mescolare bene poi aggiungere la cannella e il succo di limone.
 Riprendere la pasta aggiungere il lievto, dvidere la pasta in due parti uguali. Foderare uno stampo imburrato  e spolverato di farina, aggiiungere il ripieno e ricoprire con la restante pasta . Cuocere in forno a 190° per 30'/40' minuti. Sfornare e adagiare su un piatto di portata e spolverare di zucchero a velo.
                                             Buona domenica a tutti.
                                                  Siate sempre lieti.
                                                      Nonna Dani


martedì 11 dicembre 2018

SPAGHETTI CANNELLINI POMODORI SECCHI E PEPERONCINO

Veloce, veloce la ricettina di oggi. Si prepara veramente in un batter d'occhio; è il solito piatto dell'ultimo minuto, aglio, olio e peperoncino arricchito con qualche profumo in più. Provatela vi stupirà.  
Nota della spesa
g. 150 spaghettoni
g.  50 di ceci precotti
g.  40 di noci tritate
2 pomodori secchi sotti'olio a lisarelle
1 spicchio d'aglio
peperoncino tritato
mix di erbe aromatiche- salvia rosmarino timo
pecorino romano grat.
olio evo
sale, pepe
****************************************************************************************
In una larga padella rosolare 5/6 cucchiai d'olio l'aglio a fettine sottilissime, i peperoncini e i
pomodori a listarelle. Unire i ceci precotti e il trito di erbette aromatiche e fare insaporire in padella.Cuocere gli spaghetti scolarli e passarli in padella, amalgamare il tutto e servire con una spolverata di pecorino romano e le noci tritate.





                                            
                                          BUON APPETITO.
                                                              Siate sempre lieti.
                                                                   Nonna Dani