martedì 13 aprile 2021

LINGUINE ALLE VONGOLE LUPINI IN BIANCO


Per chi come me abita lontano dal mare, irraggiungibile in questo periodo di pandemia, che dite di preparare un buon piatto di linguine....
Semplicissime, buonissime e anche belle da vedere le mie linguine. Passando dal banco del pesce non ho resistito alla retina di vongole in bella vista. Occorrono davvero pochi ingredienti per gustare un buon primo di pesce anche se la mia sala ristorante non è vista mare....
Nota della spesa x 2
g. 150 di linguine
g. 300 di vongole lupini da spurgare 
1 spicchio d'aglio
peperoncino tritato a piacere
2 cucchiaio i prezzemolo tritato
olio extra vergine a bassa acidità
sale, pepe
*****************************************************************************************************
Come prima cosa occorre spurgare le vongole in acqua leggermente salata per alcune ore, meglio tutta la mattina; trascorso questo tempo le vongole vanno aperte mettendole in padella con poca acqua e coperte con il coperchio. Quando saranno aperte vanno liberate dal guscio. L'acqua che si è formata va colata per almeno due volte per poterla utilizzare.
In una padella rosolare in alcuni cucchiai di olio l'aglio tritato molto finemente, quando il suo profumo invaderà la cucina aggiungere una punta di peperoncino tritato, un cucchiaio di prezzemolo, le vongole e il liquido colato, sale e pepe. Lasciare insaporire e quando le linguine saranno cotte scolarle e farle insaporire e saltare in padella nel sugo. Prima di servire aggiunger l'altro cucchiaio di prezzemolo e servire.
                                                        Siate sempre lieti.
                                                             Nonna Dani


venerdì 26 marzo 2021

IL MIO RISOTTO GIALLO CON SPECK E ZAFFERANONO

Preparare questo risottino è davvero semplice. Ho abbinato lo speck con lo zafferano pensando che il sapore, il profumo intenso e inconfondibile dello speck si sposasse molto bene con lo zafferano, spezia molto particolare dal profumo delicato che dona ad ogni piatto un colore inconfondibile. E così è stato ottimo connubio. Vi consiglio di salare leggermente il brodo, lo speck renderà il risotto saporito e intenso.
 Nota della spesa x 2
gr. 160 di riso carnaroli o arborio
g.  70 di speck tagliato a listarelle
1 cipollotto bianco
2 cucchiai di panna liquida
1 bustina di zafferano
parm.reggiano
olio evo
sale
*****************************************************************************************************
Preparare un brodo vegetale leggero e aggiungere la bustina di zafferano.
In un tegame rosolare in poco olio il cipollotto tritato aggiungere le striscioline di speck e lasciare insaporire. Aggiungere il riso per tostarlo alcuni minuti poi continuare la cottura aggiungendo poco alla volta il brodo caldo. A cottura ultimata cospargere il risotto di parmigiano-reggiano e servire.
                                                            Siate sempre lieti.
                                                                 Nonna Dani



venerdì 26 febbraio 2021

I SEMOLOTTI

Non ho resistito ho dovuto sfornarli anch'io e non solo...troppo buoni questi biscottini scusate semolotti. Li ho trovati nella nuovissima cucina, ristrutturata, ridipinta di fresco e arredata con gusto ed eleganza da grandi designers di Emmettì, Silvia e Tamara 
 https://uncondominioincucina.it/2021/02/17/semolotti/ Bellissima ragazze la vostra cucina, ve la invidio un pò, perchè anche la mia avrebbe bisogno di una ristrutturazione che prima o poi dovrò decidere a fare soprattutto per non perdere il super bonus per la ristrutturazione😂😂 Ritornando alla ricetta posso dire solamente che sono biscotti semplici, leggeri e friabili penso sia questo il segreto la bontà racchiusa nella semplicità del biscotto. Concordo con Emmettì che si mangiano in qualsiasi momento della giornata, ma al mattino con latte e caffè sonno al top. Anch'io li ho distribuiti a destra e a manca...ma ne ho anche mangiati parecchi in poco tempo 😭 Ho fatto solo una piccola variante, non avevo a disposizione l'olio di oliva leggero ho usato l'olio di semi di arachidi, il risultato è stato comunque ottimo. Meritano davvero.
Nota della spesa 
per circa 70 semolotti
g. 500 di semola rimacinata di grano duro
g. 200 di zucchero extra fine
g. 100 di olio di semi di arachidi (meglio di oliva delicato o di riso)
g. 80 di latte
g. 12 di ammoniaca per dolci
la buccia di un limone grattugiato
pizzico di sale
zucchero a velo
************************************************************************************************
Nella planetaria ho lavorato a bassa velocità le uova con lo zucchero fin quando non si è sciolto bene. Ho aggiunto il limone grattugiato l'olio e il latte dove ho fatto sciogliere l'ammoniaca. Ho mescolato delicatamente poi aggiungere la farina in piccole quantità e il pizzico di sale. L'impasto risulterà piuttosto morbido, l'ho lasciato riposare nella ciotola per circa un'ora (come da consiglio nella ricetta originale) e trascorso il tempo del riposo, l'ho rovesciato sul piano di lavoro rivestito con carta forno e con l'aiuto di una spatola e poca farina ho formato dei cordoncini alti un dito; 
li ho tagliati circa 4cm. e disposti sulla leccarda rivestita con carta forno ben distanziati considerando che crescono molto. Spolverare con zucchero a velo e cuocere in forno caldo  a 180° per circa 15 minuti
o fin quando non saranno dorati. 
Ci tengo a precisare che durante la cottura prevarrà  l'odore dell'ammoniaca, non preoccupatevi scomparirà dopo la cottura. Sfornare i biscotti e lasciarli raffreddare. Si conservano a lungo in un barattolo per più di una settimana, cosa che a me non è successo.....sono spariti.

martedì 16 febbraio 2021

MEZZELUNE ALLA CREMA PASTICCERA

Oggi ultimo giorno di carnevale non potevo mancare a questo appuntamento con un dolcetto di tutto rispetto. Ho preparato delle mezzelune ripiene di crema pasticcera veramente deliziose per finire in bellezza il periodo di carnevale. La pasta morbida leggermente lievitata impastata con il sassolino che lascia un ottimo sapore, ho riempito le mezzelune con una crema pasticcera solida e naturalmente fritte in olio. Una bontà una tira l'altra come le ciliegie.

Nota della spesa
gr. 450 di farina 00
gr. 200 di zucchero
g.  60 di burro
2 uova
limone grattugiato
1/2 bicchierino di liquore sassolino
olio di semi di arachide
zucchero a velo
Per la crema pasticcera
3 tuorli d'uovo
3cucchai di farina
3 bicchieri di latte
4/5 cucchiai di zucchero
scorzetta di limone
*************************************************************************************************
Nella planetaria impastare le uova con la farina lo zucchero il burro ammorbidito e la scorza di limone grattugiato, aggiungere il liquore per rendere la pasta più morbida e omettere il lievito. Lasciare riposare l'impasto per circa 1ora. Nel frattempo preparare la crema amalgamando i tuorli con lo zucchero aggiungere la farina e amalgamare bene con il latte. Cuocere a fuoco lento finchè la crema inizia a sobbollire, poi spegnere e lasciare raffreddare.

Riprendere la pasta aggiungere il lievito e con il mattarello stendere delle strisce di circa 5mm. A distanza di 3/4 cm predisporre la crema con un cucchiaino ripiegare la pasta su se stessa e con un coppa pasta o con un bicchierino tagliare le mezzelune. Friggere in olio bollente. Scolare su carta assorbente e lasciare raffreddare. 
Spolverare di zucchero a velo e servire.
       


                                                         Siate sempre lieti.
                                                             Nonna Dani
                                                              

domenica 14 febbraio 2021

SPAGHETTONI CON PANCETTA AFFUMICATA IN CREMA DI NOCI

Com'è che si dice una ricettina sciuè sciuè? Ebbene questa lo è, bastano davvero pochi ingredienti per cambiare volto e soprattutto sapore ai soliti spaghetti. Ho preparato questo piatto di spaghetti ieri utilizzando quello che avevo in frigorifero, a dire il vero la ricetta originale, prevedeva la ricotta, ma nel mio frigo non c'era..... ho usato la robiola che ha reso il sapore più intenso e più gustoso.

Nota della spesa
gr. 140 di spaghettoni
g. 100 di pancetta affumicata a dadini
g. 100 di robiola
g.  40 di gherigli di noci tritati finemente
3/4 cucchiai di pecorino romano grattugiato
2 cucchiai di latte
1 spicchio d'aglio
olio evo
sale, pepe
****************************************************************************************************
In un tegamino preriscaldato rosolare la pancetta con lo spicchio d'aglio. A parte in una ciotola stemperare la robiola con il latte, aggiungere il pecorino, i gherigli di noce aggiustare di sale e pepe.
 Cuocere gli spaghetti, scolarli unire la pancetta e la crema di robiola. Amalgamare bene e servire spolverandoli con il pecorino romano e alcuni gherigli di noce tritati.

                                                                  Siate sempre lieti.
                                                                       Nonna Dani

mercoledì 27 gennaio 2021

RISOTTO AL SALMONE IN CREMA DI PISELLI

Il risotto di oggi è particolarmente delicato, è un primo piatto di pesce classico adatto anche per le grandi occasioni. Vi consiglio di usare il salmone fresco per mantenere il gusto delicato del pesce ed accompagnarlo con la crema dolce dei piselli. 
 
Nota della spesa
g. 150 di riso carnaroli o arborio
g. 100 di salmone fresco
g. 100 di piselli freschi o surgelati
1 piccola cipolla dolce
1 porro 
1/2 bicchiere di vino bianco secco
2/3 cucchiai di panna light
brodo vegetale
g. 30 di burro
olio evo
sale pepe
************************************************************************************************
Per la crema di piselli
In una padella rosolare in alcuni cucchiai di olio il porro tagliato a rondelle aggiungere i piselli e lasciare cuocere. A cottura ultimata ridurre a crema con il mixer  unire la panna amalgamare bene.
Per il riso
In un tegame rosolare nel burro la cipolla tagliata finemente, tostare il riso per alcuni minuti, aggiungere
il vino, lasciare sfumare tirare a cottura il riso aiutandosi con il brodo vegetale. Dopo 10/15 minuti aggiungere al riso il salmone a cubetti e un cucchiaio di panna, finire la cottura del riso.
Al momento di servire presentare il riso con la crema di piselli calda e se volte una spolverata leggera di parm.reggiano

                                               Siate sempre lieti. Nonna Dani

  

martedì 12 gennaio 2021

RISOTTO CON LE PERE E CAMEMBERT

"Al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere...." e se al formaggio pere aggiungiamo il riso e prepariamo un buon risotto... questo "detto" che ha tanta storia contadina assume un gusto e un sapore antico e nuovo da scoprire e riscoprire. Io ho usato le pere abate che amo molto ma potete usare altri tipi di pere, come del resto potete sostituire il camembert con altro formaggio simile, ma il sapore e il risultato finale sarà sicuramente diverso.

Nota della la spesa x 2
gr. 160 di riso carnaroli o arborio
2 pere abate
g. 70 circa di formaggio camembert 
g. 50 di formaggio parm.reggiano
1 cipollina 
g. 30
brodo vegetale
foglioline di menta.

***********************************************************************************************
In una casseruola soffriggere a fuoco molto lento il burro e la cipolla tritata finemente, aggiungere il riso e tostarlo per alcuni minuti, bagnandolo con poco brodo vegetale. Unire la pera tagliata a cubetti e cuocere per 10/15 minuti il riso tirando a cottura con il brodo vegetale. Verso la fine della cottura del riso unire il camembert a dadini 2 cucchiai di parm.reggiano, farli sciogliere nel risotto, mescolando bene poi spegnere il fuoco, coprire con il coperchio e aspettare un minuto o due prima di servire in tavola.
Guarnire con la menta e l'altra pera rimasta precedentemente tagliata a fettine sottili e passata nel microonde per alcuni minuti. Servire il risotto con una spolverata di parm.reggiano.
                                                       CHE VE NE PARE?
                                                       Siate sempre lieti.
                                                            Nonna Dani