mercoledì 1 aprile 2020

CROSTATA DI RICOTTA


 Non so voi, ma nonostante la possibilità di restare in casa a lungo, ho perso la voglia di cucinare....e dire che solo qualche mese fa non avendo tempo durante il giorno, preparavo i post di sera inoltrata pur di pubblicare. Ora il tempo c'è ma la voglia si è nascosta non so dove. Condivido con voi questa ottima torta per addolcire questo tempo così amaro e pesante, riscoperta in un vecchio ricettario, semplice e buona, sorprendente come solo le cose semplici possono fare.
Nota della Spesa
Per la pasta
g. 200 di farina 00
g. 100 di burro
g. 100 di zucchero
scorza di limone bio grattugiata (io aroma di limone home made)
pizzico di sale
1/2 punta di un cucchiaino di lievito per dolci
Per il ripieno
g. 250 di ricotta fresca
g. 100 di zucchero
g.  50 di uvetta ammorbidita nel rum
un cucchiaio di arancia candita tritata
20 amaretti tritati e bagnati nel rum
1 uovo
cannella
**************************************************************************************************
Impastare il burro con lo zucchero aggiungere la farina l'uovo e il pizzico di sale, lasciare riposare per circa 1 ora.
Nel frattempo in una ciotola mescolare la ricotta dopo averla scolata dall'eventuale liquido, con lo zucchero l'uovo l'uvetta l'arancia candita; Per ultimo unire una spolevarata di cannella.  parte tritare grossolanamente gli amaretti e lasciarli ammorbidire in poco rum o altro liquore a piacere.
Stendere la pasta aiutandosi con carta forno e foderare uno stampo diametro 22, coprire la pasta con gli amaretti e versre il composto di ricotta. Con la pasta rimasta (a me ne è rimasta poca) decorare la superficie con le classiche strisce soprapposte. Cuocere in forno caldo 200° per 35 minuti.
                                                      Sempre lieti, nonostante tutto.
                                                                 Nonna Dani

sabato 21 marzo 2020

CASTAGNE PANCETTA E CIPOLLA DOLCE

E' un periodo molto difficile e particolare per tutti, rimanere forzatamente in casa, costa fatica, come costa fatica ascoltare i telegiornali con notizie sempre più allarmanti di contagiati e purtroppo di decessi. Anche l'Emilia Romagna non è stata risparmiata dal famigerato coronavirus e nella mia città ogni giorno ci sono nuovi contagiati e vittime. Io esco pochissimo giusto il tempo di fare la spesa, una volta a settimana, o sistemare il piccolo giardino davanti a casa. RESTO IN CASA, come restano in casa i miei nipoti e la maggior parte delle persone che conosco. Questa mattina mia nipote ha disegnato un bellissimo disegno con l'arcobaleno e la scritta ANDRA' TUTTO BENE. Su suggerimento della maestra di tecnologia, tutti i bambini della classe hanno preparato il disegno e lo hanno esposto davanti alle finestre. Anche questo è un piccolo gesto di solidarietà e di umanità. Questo bellissimo arcobaleno mia nipote l'ha disegnato per me e incollato sulla mia finestra.
In questi giorni impegno il mio tempo in vari modi, leggo molto, pulisco più a fondo, sistemo armadi, cassetti e dispensa e proprio in dispensa mi sono ritrovata un sacchetto di castagne secche comperate in autunno e non utilizzate. Ho pensato di preparare un piatto un pò insolito, particolare usando sapori in contrato fra loro ma se decisamente ben amalgamati rendono questo piatto unico e gustoso. Ottimo per accompagnare carne arrosto o ai ferri ma secondo me ottimo anche come antipasto.
Nota della spesa
g. 300 di casagne secche
g. 100 di pancetta dolce a cubetti
1 cipolla dorata media
alcuni cucchiai di olio evo
sale
*************************************************************************************************
Mettere in ammollo per diverse ore le castagne secche, meglio segure le indicazioni sulla confezione.
A parte riscaldate una padella poi scottare i cubetti di pancetta, quando sono rosolati unire la cipolla tagliata a rondelle, lasciare insaporire, unire poco olio evo e le castagne scolate dall'acqua (tenete da parte alcuni cucccchiai di acqua). Lasciare insaporire per circa 10 minuti aiutandosi se necessario con l'acqua di ammollo.
                                                         Siate sempre lieti nonostante tutto.
                                                              Nonna Dani

martedì 10 marzo 2020

STRACCETTI DI POLLO CON ACETO BALSAMICO REGGIANO

Questa è una ricetta dell'ultimo minuto. Succede che compro delle fettine di pollo, che non amo particolarmente e non so come cucinarle per rendere gradevoli. Ho parecchia cipolla quindi faccio 2+2. Inizio a tagliare a listarelle la cipolla (l'idea era di fare un soffritto per insaporire le mie fettine) poi taglio il pollo sempre a listarelle, i peperoni vedo in dispensa l'aceto balsamicla ricetta è già fatta. Buona direi mi sembra di mangiare cinese.....ma con il 💓 emiliano😂
 Nota della spesa
2/3 ferrine di petto di pollo
1 cipolla dolce
1 peperone 
aceto balsamico reggiano 2 cucchiai
olio extra vergine
sale
*******************************************************************************************

Tagliare a listarelle la cipolla e il peperone. Tagliare anche il pollo a fettine sottili.
 In una padella rosolare con alcuni cucchiai di olio la cipolla, aggiungere il peperone e continuare a rosolare, infine aggiungere il pollo. Fare insaporire bene, a metà cottura unire 2 cucchiai di aceto balsamico aggiustare di sale. 



    Terminare la cottura. Servire caldo.
                                                                    Siate sempre lieti.
                                                                         Nonna Dani

lunedì 2 marzo 2020

TORRETTE DI MELANZANE


 E' un piatto gustoso, può essere considerato un contorno oppure un secondo vegetariano. E' un modo diverso pe cucinare le melanzane, soprattutto per evitare di friggerle in olio che sicuramente risultano più appetitose, ma solo scottate in padella antiaderente ben calda rimangono più delicate e digeribili. Amo le melanzane e le cucino in diversi modi ma la cottura è sempre la stessa, le scotto in una padella antiaderente poi le preparo in diversi modi. vedi quiqui e qui
 Nota della spesa
1 melanzana
2 acciughe
una cucchiaiata di olive nere taggiasche
pomodorini datterini
alcuni pomodori sott'olio
sottilette
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di parm.reggiano
olio extra vergine
sale
origano
********************************************************************************************
Tagliare la melanzana a fettine sottili salare leggermente e lasciare scolare per circa un'ora nello scolapasta. Intanto tagliare a cubetti i datterini, in una padella rosolare in poco olio l'aglio, aggiungere le acciughe e schiacciarle leggermente, i pomodori sott'olio a striscioline, versare poi i datterini lasciare insaporire per circa dieci minuti, unire le olive aggiustare di sale e cospargere di origano.
Asciugare le melanzane dall'acqua che hanno rilasciato e scottarle in padella ben calda da tutte e due le parti. In una terrina da forno ungere leggermente la base e adagiare una fettina di melanzana, sopra un'po di pomodorini, ancora la meanzana e continuare fino ad esaurimento, terminando con i pomodorini. Irrorare di olio extra vergine, cospargere la superficie di parm.reggiano e alla base qualche pezzetto di sottiletta. Infornare per circa 10 minuti funzione grill.

                                                               Siate sempre lieti.
                                                                    Nonna Dani

martedì 18 febbraio 2020

FETTUCCINE DOLCI

Per i prossimi giorni di carnevale vi propongo questi dolcetti accettando ben volentieri l'invito proposto della cuochina nella sua pagina facebook. La ricetta originale è di Francesca che ha raccontato della sua infanzia e delle sue feste di carnevale. Ricordo che anche mia mamma faceva dolcetti simili, ma con la pasta delle tagliatelle di sola farina e uova e quando rimaneva della pasta la arrotolava, la tagliava a rondelle, le friggeva, le passava nello zucchero semolato ed era una festa ogni volta.
                                       Buone e profumate agli agrumi, sono piaciute tantissimo.

 Nota della spesa
g. 300 di farina
g.   40 di burro fuso
3 uova 
4o 5 cucchiai di zucchero
l scorza grattugiata di 2 limoni e 2 arance bio
vanillina
pizzico di sale
olio di semi arachidi        
zucchero a velo
**********************************************************************************************
Ho impastato la farina con le uova lo zucchero, il burro fuso la vanillina e un pizzico di sale. Ho lasciato riposare la pasta per circa un'oretta, poi ho tirato la sfoglia sottile. Nella parte centrale della sfoglia ho spolverato lo zucchero e le scorze degli agrumi. Ho piegato la sfoglia prima da un lato poi dall'altro e infine ho ripiegato la sfoglia su se stessa.
 Ho tagliato le fettuccine di circa 1 cm di larghezza. In una padella non troppo larga ho scaldato l'olio e tuffto le fettuccine fino alla doratura. Scolate su carta da cucina e spolverate di zucchero a velo.
                                                         Un piatto per noi.
                                                      Uno per i miei nipoti.
                                                             Siate lieti sempre.
                                                                  Nonna Dani

lunedì 10 febbraio 2020

FINOCCHI ALLO ZAFFERANO E SPECK

Oggi vi lascio una ricetta particolare per cucinare i finocchi, verdure ricchissime di proprietà nutrizionali, una ricetta che mi sta a cuore, perchè è un modo insolito ma gustosissmo per cucinare questi ortaggi così preziosi per la nostra salute. Il finocchio è composto principalmente di acqua, ha proprietà depurative a carico del fegato e del sangue. Ricco di potassio, di vitamina A vitamina C e del gruppo B, inoltre ha un apporto calorico molto basso, che non guasta mai. Lessato in acqua e saltato velocemente in padella con lo speck si accompagna benissimo a carne ai ferri, ma si può considerare anche un secondo leggero.
Nota della spesa
2 finocchi 
g. 100 di speck Alto Adige tagliato a fiammifero
1 bustina di zafferano
olio evo
sale,pepe
*************************************************************************************************
Pulire e lavare bene i finocchi, taglaiteli a spicchi e cuoceteli per circa 10 minuti in acqua bollente salata unendo la bustina di zafferano. Dopo la cottura scolateli e disponeteli su carta forno.
In una larga padella rosolare alcuni cucchiai di olio aggiungere lo speck e larlo rosolare bene, unire i finocchi farli saltare alcuni minuti, aggiustare di sale e pepe e servire con un filo d'olio.


                                                      Siate sempre lieti.
                                                            Nonna Dani

sabato 1 febbraio 2020

CIPOLLE IN......FIORE


 Amo le cipolle specialmente quelle dolci di Tropea o in questo caso le Napoli. E' decisamente un contorno d'effetto ed elegante che accompagna dignitosamente un secondo di carne arrosto o ai ferri oppure un piatto di formaggi misti, ma sono ottime anche gustate semplicemente così, appena sfornate e ben calde.  Se avete cipolle in dispensa, provatele vi conquisteranno perchè il piatto si prepara velocemente e potranno essere un'ottima soluzione dell'ultimo minuto.
Nota della spesa
2 cipolle dolci Napoli o Tropea
1 rametto di timo
sale fino pepe
sale grosso
olio extra vergine d'oliva
****************************************************************************************
Pulire bene le cipolle sciacquarle in acqua, asciugarle e dividere in 8 spicchi senza staccarli.
Disporre i fiori di cipolla in uno stampo rivestito di carta forno bagnato e sttrizzato. Preparare una farcia con olio extra vergine, timo . Spolverare l'inerno delle cipolle con sale fino e pepe, irrorare con l'olio armatizzato, aggiungere poca acqua sul fondo e cuocere in forno già caldo a 190° per circa 50 minuti.  




                    
            Prima di servire aggiungere una spolverata di sale grosso e un filo d'olio.

                                               Bellissime le mie cipolle?
                                                        Siate lieti sempre.
                                                             Nonna Dani