Novità in cucina

mercoledì 23 maggio 2018

RISOTTO DELICATO ALLA MARINARA

Se amate il pesce questo risottino vi conquisterà. Non abitando in una città di mare non ho nemmeno la possibilità di avere un mercato del pesce di conseguenza quando voglio cucinare un primo di pesce non posso pretendere di trovarlo appena pescato e nemmeno ricercare chissà quale specie di pesce ecc. Diciamo che mi devo adattare... per fortuna nel mio supermercato di fiducia trovo il banco pesce fresco, ben rifornito. Ho comprato vongole, cozze, calamari e code di gamberi freschi, ho aggiunto pomodorini freschi, olio di qualità, ottimo riso ecc.. Naturalmente se la qualità del pesce è alla base per un buon risotto anche tutti gli altri ingredienti che fanno da contorno, devono essere freschi e di qualità per la buona riuscita del piatto.
 Nota della spesa
G.160 di riso carnaroli o arborio
g. 200 di cozze
g. 300 di vongole
g. 200 di code di gamberetti
g. 200 di calamari
1 piccola seppia
g. 300 di pomodorini pachino a cubetti
1 spicchio d'aglio rosa                                       
2 cucchiai di prezzemolo tritato
olio extra vergine d'oliva di qualità
1/2 bicchiere di vino bianco secco
brodo di pesce o vegetale
 sale, pepe, peperoncino
*******************************************************************************************
In una larga padella soffriggere 4 cucchiai di olio evo unire l'aglio e una parte di prezzemolo tritato, aggiungere il peperoncino tritato e non appena l'aglio sprigiona il suo inconfondibile profumo unire il pomodoro a pezzetti. Aggiungere il pesce cominciando dalle teste dei calamari, poi gli anelli di calamari la seppia a listarelle. A parte tostare il riso in un tegame con pochissimo olio unire il vino lasciare evaporare poi aggiungere il sugo di pesce.
 Portare il riso a cottura irrorandolo con il brodo, a 5 minuti dalla fine della cottura unire le cozze le vongole aperte precedentemente in padella e i gamberetti, salare il risotto con il sugo delle vongole colato almeno due volte. Il risotto dovrà risultare al dente e all'onda. Servire con una spolverata di prezzemolo tritato e un buon vinello bianco frizzante o fermo come più vi piace.
                                                         BUON APPETITO.
                                                               Siate sempre lieti.
                                                                    Nonna Dani




martedì 15 maggio 2018

LINGUINE IN CREMA DI FINOCCHIO

A me capita spesso di preparare il finocchio in pinzimonio e di scartare le foglie esterne le più dure per intenderci antipatiche da tagliare anche a julienne allora cosa fare per evitare di gettarle? Si può preparare un' ottimo primo leggero e salutare. Lo consiglio caldamente.
Nota della spesa
g. 140 di linguine
1finocchio o parti esterne 
1 limone bio
g. 30 di mandorle
g. 30 di parmigiano grattugiato
g. 20 di patè di olive taggiasche
olio extra vergine di oliva
sale, pepe
barbette di finocchio
***************************************************************************************** 
Pulire e lavare i finocchi tagliarli a tocchetti e tuffarli per 5 minuti in abbondante acqua bollente salata e acidulata con il limone. Scolarli lasciarl raffreddare e passarli nel frullatore a immersione aggiungere le mandorle e un pizzico di sale poi frullare aggingendo a fino l'olio evo per ottenere una cremina morbida.
Versare in una ciotola e unire il parm-reggiano  amalgamare bene, aggiustare di sale e pepe e se necessario aggiungere olio per rendere cremoso il condimento.
Cuocere le linguine, scolarli al dente e trasferirli nella ciotola ed amalgamarli bene al condimento. 
Servire le linguine con limone grattugiato e alcune gocce di patè di olive.
                                                                  Siate sempre lieti.
                                                                      Nonna Dani

domenica 6 maggio 2018

GALLETTO SPEZIATO ALL'ARANCIA

Una versione alternativa per cucinare il galletto giusto per cambiare sapore, per portare in tavola qualcosa di nuovo. Le spezie orientali sono di grande aiuto in cucina. La paprica, lo zenzero la curcuma  durante la cottura rilasciano un profumo inconfondibile, la spremuta di arancia andrà a completare il sapore e l'abbinamento al nostro galletto.  




Nota della spesa
1 galletto tagliato apezzi
1 arancia non trattata
1 cucchiaio di zucchero di canna
cannella in polvere                                    
zenzero in polvere
paprica dolce in polvere
olio evo
sale e pepe in grani




***********************************************************************************************
Dopo aver tagliato a pezzi il galletto privarlo della pelle, lavarlo bene sotto l'acqua corrente ed asciugarlo. In una ciotola mescolare 1 cucchiaino di cannella, 1 di paprika e 1 di zenzero, lo zucchero e il sale qb. Passare nel mix di spezie i pezzi del galletto massaggiando bene la carne poi sistemarli in una pirofila aggiungere il pepe in grani. Dalla scorza dell'arancia ricavarne dei filetti ed aggiungere assieme alla spremitura dell'arancia per irrorare bene il galletto. unire alcuni cucchiai di olio mescolare bene per uniformare i sapori, coprire e mettere in frigo per tutta la notte.
Prima della cottura riportare il galletto a temperatura ambiente, rimescolare bene i pezzi del galletto e cuocere in forno caldo a 180°/190° per 50 minuti circa, a metà cottura unire poca acqua per evitare che si asciughi il fondo di cottura. 
Si può accompagnare con patate novelle al forno o in purea oppure se si vuole rimanere nella tradizione indiana con riso basmati al vapore.
                                                            Siate sempre lieti.
                                                                  Nonna Dani

martedì 1 maggio 2018

SPAGHETTI IN SALSA ROSSA


Che dire di questi spaghetti anzi spaghettoni.... poche parole.... veramente buoni e appetitosi. Con l'aggiunta di pochi pinoli e mandorle tritate il sugo assume consistenza e sapore avvolgendo gli spaghetti nel condimento fresco di pomodorini, ualche alice sott'olio ecc. 
Nota della spesa
g. 150 di spaghettoni
2 pomodori secchi sott'olio
2 alici sott'olio
4 pomodorini pachino
1 spicchio d'aglio
4 cucchiai di pecorino romano
1/2 cucchiaio di pinoli
1/2 cucchiaio di mandorle pelate
peperoncino in polvere
finocchietto selvatico
olio evo
un pizzico di sale grosso
*******************************************************************************************
Come prima cosa in un pentola ho tostato le mandorle e i pinoli, poi li ho passati nel mixer e tritati insieme all'aglio spellato, le alici, i pomodori secchi stagliuzzati, un pizzico di peperoncino e il sale grosso. Ho unito un rametto di finocchietto i pomodori freschi tagliati a pezzetti, ho versato l'olio e azionato il mixer fino a ottenere una crema di consistenza morbida.
 Alla fine ho incorporato 2 cucchiai di pecorino romano. Ho lessato gli spaghetti e ammorbidito la salsa in una ciotola capiente con 2 cucchiai di acqua di cottura, poi ho trasferito la pasta scolata e amalgamato bene. Ho servito gli spaghetti spolverati di pecorino romano e decorato con rametto di finocchietto. A piacere spolverare con altro peperoncino, naturalmente facoltativo.
                                                                Siate sempre lieti.
                                                                     Nonna Dani

domenica 22 aprile 2018

PAPPARDELLE ALL'UOVO CARCIOFI E RICOTTA

Con gli ultimi carciofi freschi potete provare quest'ottimo primo piatto veloce e gustoso. Difficile trovare un'abbinamento con il sapore tutto particolare dei carciofi, ma la dolcezza del porro e la delicatezza della ricotta sono ottimi alleati per la riuscita di questo piatto.


Nota della spesa
g. 140 di pappardelle all'uovo
g. 100 di ricotta fresca
1 porro
1 carciofo
prezzemolo tritato
brodo vegetale
olio extra vergine
sale, pepe
*****************************************************************************************
Rosolare in padella il porro tagliato a rondelle con due cucchiai di olio unire i carciofi tagliati a julienne e fare cuocere aggiungendo poco brodo vegetale. A fine cottura aggiungere ancore due cucchiai di olio, correggere di sale e pepe unire il prezzemolo tritato.
Nel frattempo cuocere le pappardelle, scolarle e farle saltare in padella e amalgamare bene, aggiungere la ricotta spolverare ancora di prezzemolo e servire.
                                                    BUONA DOMENICA
                                                              Siate sempre lieti.
                                                                   Nonna Dani



giovedì 19 aprile 2018

PANE CASARECCIO CON MIX DI FARINE BIO


Sicuramente mi ripeto ma posso fare a meno di carne, pesce verdure ma del pane no. Cosa c'è di meglio di una bella fetta di pane appena sfornato, quando la cucina e non solo è piena del suo inconfondibile profumo? Fragrante, croccante come piace a me fatto di sola farina acqua e li.co.li ben rinfrescato! Ho preparato il mix con rimanenze di farine 100 g. di un tipo 100g. di un altroe un altro ancora, alla fine ho ripulito la dispensa da scacchetti mezzi vuoti e il risultato è stato molto, molto soddisfacente.
Nota della spesa
g. 100 di farina bio
g. 100 di farnia integrale bio
g  400 di farina macinata a pietra 1
g. 100 farina manitoba per poolish
g. 100 licolarancia rinfrescato 2 volte
g. 300 di acqua di cui g. 100 per poolish 
sale qb.
******************************************************************************************
Per il poolish
Ho fatto lievitare in un vaso capiente g.100 di licolarancia già rinfrescato 2v. con g. 100 di acqua e g.100 di farnia manitoba poi ho provveduto a fare l'impasto per il pane. Nella planetaria ho impastato il poolish, le farine e l'acqua lavorando l'impasto ad una velocità bassa. Ho aggiunto altra acqua all'impasto per renderlo morbido e non appiccicoso. Ho aggiunto un bel pizzicone di sale. Ho ripreso l'impasto sul tagliere fatto alcune pieghe e messo lievitare per 5/6 ore.
 Ho ripreso l'impasto e ho fatto le forme le ho lasciate lievitare poi cotte in forno caldo 200° per 40 minuti.
                                                         Siate sempre lieti.
                                                              Nonna Dani

           Questa ricetta  la inserisco nella raccolta "ricette itineanti" di Sandra"

domenica 15 aprile 2018

CUOR DI MELA

L'idea per questa ottima torta l'ho trovata sul web non ricordo in quale sito ma sono certa che era cuor di pera. Volete che io non cambi qualcosa? Impossibile anche perchè amo più le mele delle pere e allora mela sia. La mela al centro della torta doveva essere più intatta, forse ha cotto troppo, ma il sapore è ottimo e la torta è soffice.... dal dolce profumo di mela.



Nota della spesa
g. 250 di yogurt bianco bio
g. 100 di farina 0
g. 100 di farina di riso
g.  90 di zucchero
g.   50 di olio di arachidi
2 uova
3 mele 1 cucchiaio di zucchero di canna
1 bustina di lievito chimico
sale
*******************************************************************************************
Montare le uova con lo zucchero unire a filo l'olio, le farine il pizzico di sale infine lo yogurt e il lievito. Amalgamare bene poi aggiungere 2 mele tagliate a cubetti. Sbucciare la mela rimasta e lasciarla intera.
 Foderare uno stampo diametro cm 24  con la carta forno mettere al centro la mela intera e versare l'impasto sopra lanciando fuoriuscire il picciolo, cospargere la superficie con zucchero di canna.
    Cuocere in forno caldo a 200° per 30 minuti. Spolverare la superficie con lo zucchero a velo e servire tiepida.                                                        
                                                           OTTIMA!!
                                                       BUONA DOMENICA
                                                        Siate sempre lieti.
                                                             Nonna Dani