giovedì 8 dicembre 2016

RISOTTO ZUCCA PATATE E PANCETTA

Se amate la zucca dovete assolutamente provare questo risotto e vi assicuro che ne vale veramente la pena. Il piatto è molto colorato, ricco di sapori e profumi si prepara abbastanza velocemente basta avere a portata di mano una buona zucca dolce, una patata della pancetta affumicata. 
Nota della spesa
g. 160 di riso carnaroli o arborio
g. 150 di polpa di zucca
g. 100 di patata
1 cipolla piccola
g. 100 di pancetta affumicata a cubetti
dl 1,5 di vino bianco secco
alcuni cucchiai di parmigiano-reggiano
brodo vegetale
1 rametto di salvia
g. 20 di burro
olio extra vergine
sale,pepe
*********************************************************************************************
Ridurre a dadini la zucca e la patata tritare 1/2 cipolla unire un filo d'olio la salvia un pizzico di sale  mescolare bene mettere tutto i una teglia e cuocere in forno caldo per circa 20 minuti.
Rosolare i cubetti di pancetta in un padellino finchè risulterà croccante.
In una casseruola fare appassire in poco burro la cipolla tritata rimasta unire poi il riso e tostarlo per alcuni minuti, mescolare sfumare con il vino e lasciare evaporare.
Aggiungere il contenuto della teglia fare insaporire aggiungere 2 mestoli di brodo bollente, mescolare proseguendo la cottura a fiamma bassa per circa 20 minuti, aggiungendo il brodo a bisogno. A cottura ultimata regolare di sale, incorporare il formaggio il burro rimasto le lasciare riposare 1-2 minuti. Servire il risotto con i dadini di pancetta, foglioline di salvia e pepe macinato al momento.
                                                                           Buonissimo!!
                                              Buona festa dell'Immacolata Concezione.
                                                      Siate sempre lieti
                                                            Nonna Dani


sabato 3 dicembre 2016

ARROSTO DI VITELLO CON CIPOLLE

Di tutto rispetto questo buonissimo arrosto di vitello. La carne ben rosolata da tutte le parti resta morbida e si taglia "con un grissino"come si diceva in una pubblicità... accompagnata dal sughetto di cipolle è un secondo importante adatto per le prossime festività natalizie. Io ho scelto il girello di vitello, ma l'ideale sarebbe trovare un taglio di carne con più grasso come la reale o sottopesce ...Avendo usato una parte di carne magra ho usato la pancetta a cubetti per avere un fondo più grasso ed un sapore più deciso per la carne.

Nota della spesa
1k. di  girello di vitello 
4/5 cipolle Napoli
g. 100 di pancetta a cubetti
2 bicchierini di marsala secca
olio evo
aromi ( salvia, alloro)
aglio
sale,pepe
*****************************************************************************************
In una pentola a doppio fondo ho rosolato per bene da tutte le parti il girello di vitello, ho aggiunto la pancetta a cubetti e ho fatto insaporire per bene la carne. A parte ho preparato un fondo con alcuni cucchiai d'olio e gli aromi, facendo appassire bene in padella le cipolle tagliate ad anelli.

 Quando la cipolla si è ammorbidita ho trasferito la carne  in una casseruola da forno antiaderente (meglio la ghisa) con il suo sughetto e i cubetti di pancetta ormai rosolati ho coperto con la cipolla e messo in forno caldo 200° con la pentola scoperta. Ogni 20 minuti girare l'arrosto e sfumare con con il marsala. La cipolla non deve assolutamente bruciare ma rimanere di un bel colore ambrato. Ci vorrà circa 1'ora di tempo per un buona cottura. Servire l'arrosto tagliato a fettine, caldo con il contorno di cipolle.

                                                          Siate sempre lieti. 
                                                              Nonna Dani



lunedì 28 novembre 2016

MAZZANCOLLE ALL'AGLIO

Iniziamo la settimana alla grande con un piatto semplice e gustosissimo per chi ama i crostacei. Cercateli freschi se potete, ma andranno bene anche quelli surgelati e assaporerete tutto il gusto di questo ottimo pesce. Bastano pochi ingredienti. Si prepara un trito aromatico di profumi inconfondibili, mi raccomando soffriggete con fuoco dolce affinché l'olio non bruci ma riempia di profumo tutta la cucina. Resta inteso che la scarpetta è d'obbligo!!
Nota della spesa
12 mazzancolle fresche
2 spicchi d'aglio
2 foglie di alloro
peperoncino tritato
olio extra vergine
sale, pepe
*************************************************************************************************
Pulire, lavare e asciugare bene le mazzancolle. A parte tritare l'aglio , l'alloro e il peperoncino e suddividere il battuto di aromi nelle pirofile di terracotta con alcuni cucchiai di olio extra vergine. Scaldare a fuoco lento e non appena il trito inizia a profumare distribuire le mazzancole nelle pirofile farli cuocere per alcuni minuti per parte rigirandoli. Infine salare e pepare. 
                                Servire subito con pane casereccio (per la scarpetta finale).BUON APPETITO
                                                               Siate sempre lieti.
                                                                     Nonna Dani

lunedì 21 novembre 2016

PANINI MORBIDISSIMI

 Sono morbidissimi questi panini e il superlativo assoluto è d'obbligo dal momento che non saprei in quale altro modo definirli, perchè la fragranza e la morbidezza c'è tutta e rimane anche il giorno dopo. L'impasto è semplice! Penso che il merito sia tutto del tepore che il  forno offre alla mia cucina, prima l'arrosto, poi la pizza, proprio una stanza di lievitazione.... quindi ottima lievitazione e naturalmente merito anche del poolish  che da forza all'impasto.
Nota della spesa
g. 500 di farina 0 (di cui g. 100 per il poolish)
g. 100 di li.co.li attivo
g.  20 di burro liquefatto
g.  10 di zucchero
ml. 250 di acqua (di cui 100 per il poolish)
1 cucchiaino di sale
*********************************************************************************
Alla sera ho preparato il poolish con g.100 li.co.li+g.100 di farina+g.100di acqua, l'ho coperto con una pellicola e lasciato lievitare tutta la notte.
Al mattino
Al poolish ho aggiunto g. 400 di farina g. 10 di zucchero g. 20 di burro liquefatto, il sale, ho impastato e
 incordato bene con la planetaria, per circa 10 minuti. Ho rimesso a lievitare per il raddoppio, con il caldo che c'è nella mia cucina la lievitazione è veloce. poi ho provveduto a fare le pezzature. 
Nella leccarda ricoperta di carta forno ho appoggiato il panini lasciati a lievitare per circa un'oretta, poi in forno caldo 200° per 30/40 minuti.
                                        OTTIMI, VERAMENTE MORBIDISSIMI!!

                                                      Siate sempre lieti.
                                                            Nonna Dani


mercoledì 16 novembre 2016

RIGATONI CON CREMA DI ZUCCA E PORCINI


Autunno tempo di zucche e di funghi. Amo tantissimo la zucca così versatile e così buona, non mi delude mai. In cucina ormai l'ho associata con tantissimi ingredienti, dolci o salati che siano,  il risulto è sempre lo stesso: un successo. Anche il piatto che propongo oggi non vi deluderà come non lo è stato per me, anzi. Premetto che per questo piatto, proprio perchè ancora per poco è possibile trovarli, sarebbe meglio usare funghi porcini freschi, ma anche funghi secchi di buona qualità fanno la loro parte in questo buonissimo primo di pasta.

Nota della spesa
g. 150 di pasta tipo rigatoni
g. 300 di polpa di zucca
g.   30 di funghi porcini secchi
1 porro
1 spicchio d'aglio
prezzemolo tritato
erba cipollina
brodo vegetale
parmigiano-reggiano
olio extra vergine d'oliva
sale,pepe
**********************************************************************************************
In una padella rosolare con 2 cucchiai d'olio il porro tagliato a rondelle sottili, aggiungere la zucca tagliata a dadini e cuocere a fiamma molto bassa aiutandosi con alcuni cucchiai di brodo vegetale, finchè sarà ammorbidita. Frullare per ottenere una crema aggiustare di sale e pepe.
 Nel frattempo ammollare i funghi in poca acqua tiepida, poi scolarli e rosolarli in poco olio evo, un spicchio d'aglio e prezzemolo tritato per alcuni minuti aggiungendo poca acqua dell'ammollo naturalmente passata al colino.
Cuocere la pasta leggermente al dente, scolare e trasferirla nella padella con la crema di zucca aggiungere alcuni cucchiai di acqua di cottura amalgamare bene ed infine unire i funghi. Mescolare e servire con una spolverata di erba cipollina e parmigiano-reggiano.
                                                                    Da provare!!
                                                       Siate sempre lieti.
                                                            Nonna Dani


domenica 13 novembre 2016

AMARETTI di NICOLA per QUANTI MODI DI FARE E RIFARE

Appuntamento dolcissimo quello che le cucine aperte di quanti modi di fare e rifare ci offrono in questo mese di novembre. Siamo in compagnia di Nicola e Clara per preparare gli amaretti di Nicola. Ottima ricetta veramente buoni e veloci da realizzare. Grazie a Nicola e a Clara. Per la riuscita di quest'appuntamento ho chiesto aiuto alla mia nipotina. Felice di aiutarmi si è divertita molto, ma soprattutto la sua precisione e bravura ha reso bello e possibile il risultato finale e il pomeriggio trascorso insieme.


Nota della spesa
g. 150 di mandorle tritate finemente
g. 150 di zucchero semolato
1 chiaro d'uovo                                                                 
pizzico di sale
alcuni canditi per decorare
************************************************************************************************
Tritare le mandorle molto finemente, passare nel mixer anche lo zucchero semolato per renderlo il più possibile a velo, poi unire alle mandorle. A parte montare con un pizzico di sale la chiara a neve ben ferma, lentamente aggiungere la mescolare molto lentamente la polvere mandorle+zucchero e mescolare con cura.
 La piccola pasticcera ha preparato le palline decorandole con alcuni canditi, poi le ha sistemate sulla leccarda rivestita con carta da forno.  
                                        SARANNO BELLI E PRECISI !! Considerate che ha solo 7 anni.
Cuocere in forno  a 150°per circa 15'
 Un bacio grande alla mia bravissima pasticcera. Grazie ad Anna&Ornella, a Nicola e Clara e a tutte voi che passerete da qui.
                                                             Siate sempre lieti.
                                                                  Nonna Dani

giovedì 10 novembre 2016

POLIPETTI IN UMIDO CON CANNELLINI


Vi lascio oggi una ricetta molto appetitosa per preparare un piatto di pesce un po' insolito, senza ombra di dubbio buono ed economico. L'importante è comperare i polipetti freschi e cuocerli in poca acqua o meglio ancora scottarli in un tegame a doppio fondo e lessarli poi nella loro liquido, senza l'aggiunta di sale e acqua.
Nota della Spesa
g. 600 di polipetti freschi
g. 150 di fagioli cannellini secchi
g.  60 polpa di pomodoro
peperoncino piccante
qualche foglia di salvia
1 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaio di rosmarino fresco tritato
prezzemolo tritato
1 spicchio d'aglio
olio evo , sale
Pane casereccio tostato
************************************************************************************************
Lessare i polipetti con poca acqua e tagliarli a pezzetti. A parte cuocere molto al dente, i cannellini (lasciati in ammollo la sera prima) in acqua con un cucchiaino di bicarbonato, un filo d'olio spicchio d'aglio e salvia. 



Unire i polipetti ai cannellini, aggiungere il rosmarino, la polpa di pomodoro, l'aglio il peperoncino, alcuni cucchiai di olio e poco liquido di cottura dei polipetti. cuocere per circa 20/30 minuti, verso la fine unire il prezzemolo tritato e il sale.  Decisamente un sughetto delizioso da servire subito con fette di pane casereccio tostato.
Siate sempre lieti.
                                                                        Nonna Dani