Novità in cucina

domenica 14 gennaio 2018

GNOCCHI ALLA ROMANA per QUANTI MODI DI FARE E RIFARE

Nel primo appuntamento del nuovo anno con le cucine aperte di "Quanti modi di fare e rifare" la cuochina ci invita a preparare un piatto tradizionale della cucina Italiana: gli gnocchi alla romana tipici della regione Lazio, romana in particolare, che trae origine dalla cucina contadina con ingredienti poveri come il semolino, ricavato dalla macinazione del frumento, il latte, il burro ecc. L'uso del burro può far pensare alla tradizione piemontese, essendo questo un condimento tipico della cucina subalpine e la presenza del Parm. Reggiano sempre in uso al nord, potrebbe essere motivo di discussione e creare  qualche perplessità sulla vera origine di questo piatto, ma a togliere ogni dubbio è stato il grande Pellegrino Artusi che nella prima edizione del suo libro "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene" del 1891, li annovera fra i 7 piatti dichiarati romani, quindi romani al 100%. Ho preparato i mie gnocchi  con due condimenti, con besciamella-emmental e pancetta affumicata.
                                                    l'altro con burro e parm-reggiano                              
Nota della spesa
g. 250 di semolino di mais   g.  40 di burro
g. 40 di parm.reggiano                                        
1 e 1/2 latte fresco
2 tuorli
2 cucchiai di farina (per la besciamella)
noce moscata 
g. 50 di pancetta affumicata a dadini
g. 50 di emmental tagliato a dadini
******************************************************************************************
Preparare una besciamella leggera con il restante latte 2 cucchiai di farina e il sale.
Rosolare in un padellino la pancetta affumicata con alcune figlie di alloro.
 In una pentola ho versato il latte (1lt) e il sale, non appena inizia a bollire ho aggiunto a pioggia il semolino, ho mescolato energicamente con la frusta finchè si è formata una polentina senza grumi; quando si staccherà dai bordi della pentola togliere dal fuoco aggiungere i tuorli, amalgamare bene, unire anche il parm.reggiano, la noce moscata.
 Su un piano di lavoro o su un tagliere e aiutandosi con la carta forno stendere il composto fino ad uno spessore di circa 1,5 cm. Con un coppa-pasta o un bicchiere tagliare i dischetti di circa 5 cm.. Disporre gli gnocchi in una teglia imburrata leggermente sovrapposti.
 Versare  la besciamella (preparata con g. 500 di latte+ 2 cucchiai di farina, sale) l'emmental a dadini e la pancetta rosolata. Cuocere in forno caldo 200° gradi per circa 20 minuti.
                                              Ottime entrambe le versioni!!
Ringrazio la cuochina, Anna&Ornella e tutte voi che avete preparato questo ottimo primo, tradizionalissimo della cucina Italiana insieme a me.
                                                             Siate sempre lieti.
                                                                  Nonna Dani

11 commenti:

  1. Buona domenica cara Daniela!
    Siamo a gennaio e questo significa che, con questa ricetta, iniziamo il meraviglioso menù della Cuochina per il 2018! Un menù con tanti primi della cucina italiana, ricco di bellissime ricette, da realizzare tutti insieme, in allegra compagnia. Cuochina, Anna e Ornella ti ringraziano per essere stata dei nostri oggi e per le tue golosissime versioni degli Gnocchi alla romana.

    Il prossimo appuntamento con la cucina aperta di Quanti modi di fare e rifare sarà l'11 febbraio, saremo in Basilicata per preparare Lagane e ceci. Ti aspettiamo!

    P.S. Hai visto i due pdf delle ricette 2017 pronti da sfogliare e scaricare?

    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Versione bellissima, dal semolino di mais ai due condimenti certamente buonissimi, buona domenica e alla prossima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vittoria una buona domenica anche da te

      Elimina
  3. Buoni e belli, col semolino di mai, ma l'idea della besciamella è unica.. devo segnarmela! Grazie e alla prossima :D

    RispondiElimina
  4. Due versioni una più golosa dell'altra..il bis è d'obbligo ^_*

    RispondiElimina
  5. Noona Dani
    che spettacolo!!
    Vorremmo assaggiare le due versioni ....cosa dici ci
    fermiamo per due chiacchiere e due assaggi?
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E perchè no? quando volete carissime, l'indirizzo l'avete, Le chiacchiere saranno assicurate anche più di due per l'assaggio....gli gnocchi si sono volatilizzati....vi offrirò qualcosa d'altro. Un abbraccio.

      Elimina
  6. E ma allora vengo anche io!!!! Un abbraccio Dani a presto :)

    RispondiElimina
  7. buona anche la tua versione strong! effettivamente nel condimento classico sono fin troppo delicati ... complimenti!

    RispondiElimina
  8. Adoro gli gnocchi alla romana ed è sempre bello provarne nuove versioni!! Grazie dell'idea, complimenti per il blog!! :-)

    RispondiElimina

Ogni vostro messaggio è gradito purchè non offenda nessuno. I commenti anonimi non saranno presi in considerazione.