Novità in cucina

domenica 9 novembre 2014

"I CARONSEI" per Quanti modi di fare e rifare

La ricetta che questo mese la cuochina di Quanti modi di fare e rifare ci propone è molto invitante, grazie a Nadia e ai suoi Caronsei ho potuto apprezzare e far apprezzare un piatto tipico della Val Camonica. Mentre preparavo il ripieno pensavo a quante cose si possono fare in cucina con il pane raffermo, sì perché il pane non deve assolutamente essere gettato o sprecato, (sarebbe un'offesa a chi non ha niente da mangiare) può essere riciclato, con l'aggiunta di qualche ingrediente, si possono preparare tantissimi e ottimi piatti. Tante ricette della tradizione della cucina "povera" contadina hanno come base di partenza il pane e meritano assolutamente di essere riscoperte e riproposte specialmente alle nuove generazioni. 
Ho avuto bisogno di
g. 250 di pane raffermo tagliato a pezzetti
g. 250 circa di latte tiepido
g. 100 di parm-reggiano grattugiato
g. 100 di formaggio Tremosine stagionato (Alpe del Garda)
g. 100 di spinaci lessati
g. 100 di mortadella
g. 100 prosciutto cotto
1 uovo
g. 30 burro
porro
sale, pepe, noce moscata e aglio
Per la pasta
2 uova intere
farina 0 
Per condire
Burro fuso
Parm-reggiano
salvia, aglio
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°   
   




Come prima cosa ho ammollato nel latte tiepido g.100 di pane raffermo tagliato a pezzetti, nel frattempo ho tritato il salume (mortadella e prosciutto cotto), gli spinaci precedentemente lessati.












Ho preparato il soffritto mettendo in padella il burro il porro tritato e l'aglio intero, quando il profumo del porro e dell'aglio si è sparso in cucina ho aggiunto i salumi tritati e gli spinaci, lasciandoli insaporire per alcuni minuti. Ho tolto da fuoco e ho aggiunto i formaggi grattugiati, l'uovo alcuni cucchiai di pane grattugiato, la noce moscata grattugiata, ho aggiustato di sale.




La sfoglia, precedentemente impastata e lasciata riposare, l'ho passata a piccole dosi nella macchina per sfoglia per formare le strisce rettangolari. Con un coppa-pasta ho tagliato i dischi, li ho riempiti con il ripieno, piegati e chiusi con una forchetta.








Ho portato ad ebollizione l'acqua in una capiente pentola, li ho cotti per 5/7 minuti, scolati e conditi con burro fuso precedentemente insaporito da un spicchio d'aglio e qualche foglia di salvia e una generosa spolverata di parm-reggiano.
                                       Grazie Nadia i tuoi caronsei sono veramente OTTIMI!!!
   Se ve ne rimangono alcuni, nessun problema, fate come me li passate in padella, "et voilà" sono ottimi anche così.  
                                           Nonna Dani
                                               

13 commenti:

  1. Buona domenica carissima Daniela,
    che sia serena, soleggiata dopo tanta pioggia...ricca di avvenimenti e di incontri positivi! Come quello che ci fa ritrovare tutti insieme nella bella ed armoniosa cucina di Quanti modi di fare e rifare a preparare, mese dopo mese, succulenti manicaretti!
    Anna e Ornella ringraziano di cuore per la tua bellissima versione dei Caronsei e ti aspettano il 14 dicembre per fare La torta di miele e frutta secca di Donatella!

    Un abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Bellissima versioneeeeeeee!
    A me raramente avanza qualcosa... ma se capita... passo anche io in padella! :-)

    RispondiElimina
  3. buonissimi con gli spinaci! anche ioripassati in padella ^.^ ottimi

    RispondiElimina
  4. Cara Daniela che belli sembrano quelli della nonna !!!!!
    Grazie per averli realizzati . Si ripassati in padella il giorno dopo sono ancora più buoni ahahahah
    Un bacione grande :-))

    RispondiElimina
  5. ciao nonna Dani,
    bello il tuo post, belle le foto dei vari passaggi e
    BUONISSIMI i tuoi caronsei...anche quelli del giorno dopo!
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  6. Veramente buoni Daniela, hai proprio ragione! Bacioni

    RispondiElimina
  7. Sagge parole, il pane non si butta mai!
    Interessante il Tremosine stagionato e bellissimi anche i caronsei ripassati in padella, alla prossima!

    RispondiElimina
  8. buonissimi anche ripassati in padella...purtroppo con i miei lupi non mi capita spesso di avanzare.... un bacione!

    RispondiElimina
  9. Grazie a tutte per essere passate da me e alla prossima.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  10. Da provare quelli ripassati in padella. Alla prossima.

    RispondiElimina
  11. Ciao Daniela, bellissimi anche i tuoi, e sopratutto che buoni quelli del giorno dopo belli croccanti in padella!

    RispondiElimina
  12. Ciao Daniela,buonissimi anche i tuoi caronsei! Bella idea di passarli dalla padella, ne sono avanzati alcuni e ammetto che non mi sono piaciuti tanto il giorno dopo, ma non avevo pensato fare come tu!
    Alla prossima!

    RispondiElimina
  13. Sono buoni e belli questi caronsei, complimenti tanti tanti!!!
    Un caro saluto
    maria teresa

    RispondiElimina

Ogni vostro messaggio è gradito purchè non offenda nessuno. I commenti anonimi non saranno presi in considerazione.