Novità in cucina

domenica 26 gennaio 2014

GNOCCO AL FORNO (con impasto n°6)


Nella mia città lo gnocco è un modo diverso di chiamare la focaccia. Fin dall'infanzia era la mia merenda preferita, ricordo che ai tempi della scuola durante la ricreazione si poteva comprare ancora caldo direttamente dal fornaio che si posizionava nel corridoio della scuola, con la cesta di vimini piena di gnocco appena sfornato. Se voglio fare contenti i miei nipotini, una merenda a base di gnocco non la rifiutano mai.
Si può trovare in qualsiasi forno nella ricetta tradizionale  con la superficie cosparsa di tocchetti di lardo, ciccioli o cipolla finemente affettata. E’ ottimo per accompagnare antipasti come salumi, parmigiano-reggiano o altro.
La ricetta tradizionale non è tanto diversa dall'impasto base nr 6 della cuochina (farina, lievito, strutto, acqua). Ho portato alcune aggiunte di ingredienti (olio, farina di forza, malto) per adattare la ricetta, ma soprattutto ho usato il metodo dell'impasto indiretto di Anna (con preimasto) ed il risultato è stato veramente ottimo, sia nel sapore che nella sofficità dell'impasto.

Le quantità degli ingredienti sono aumentate del 50% rispetto alla ricetta base.

(metodo ad impasto indiretto)
60 gr di licoli
450 gr di farina 0
90 gr di farina manitoba
180~200 gr di acqua+90 gr per il preimpasto
30 gr di strutto
10 gr di sale marino
2 cucchiai di olio evo
2 cucchiai di malto d'orzo
lardo 
 
Ho iniziato il primo impasto con un solo rinfresco totale del mio li.co.li (gr.25 licoli + gr.25 farina di forza + gr.25 di acqua) aggiungendo a rinfresco avvenuto gr.90 di farina manitoba e gr. 90 acqua, ho lasciato riposare il mio impasto tutta la notte. 
 Al mattino successivo ho unito all'impasto tutti gli altri ingredienti, ho lasciato riposare circa ½ ora per l'autolisi, poi ho aggiunto il sale. Ho lasciato lievitare in una ciotola coperta con pellicola trasparente per circa 6 ore (in cucina c'era molto caldo). 
 
Ho ripreso l'impasto, ho fatto qualche piega e l'ho steso in uno stampo rotondo diametro 30 lasciandolo riposare per circa 3 ore. Con la forchetta ho bucherellato la superficie e ho inserito qualche pezzetto di lardo. Ho infornato a 200° per circa 40 minuti.
 Con questa ricetta  ho contribuito molto volentieri a riempire la madia della cuochina
  Nonna Dani

5 commenti:

  1. Ciao Daniela,
    empre bello vedere il tuo gnocco, e con l'impasto 6 è proprio godurioso.
    Nella màdia della Cuochina è linkata anche questa pagina
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Hai ragione goddurioso è la parola giusta. A presto.

    RispondiElimina
  3. Ciao cuochina :)
    Adoro le focacce.

    RispondiElimina
  4. Ciao bentrovata, bella ricetta da copiare e bel blog, ti ho messo nelle mie cerchie, per non perderti, ciao!!!!!

    RispondiElimina
  5. Il lardo nella focaccia non l'ho mai messo ma devo dire che mi piace molto l'idea !!!!!
    Molto bella la tua focaccia complimenti !!!!!
    Un abbraccio :-))

    RispondiElimina

Ogni vostro messaggio è gradito purchè non offenda nessuno. I commenti anonimi non saranno presi in considerazione.