Novità in cucina

giovedì 28 gennaio 2016

LA PIADINA ROMAGNOLA con il LI.CO.LI

La piadina è un prodotto alimentare fatto con pochi ingredienti naturali, farina, strutto o olio, sale e acqua e come tanti altri prodotti che nascono da ingredienti "poveri"è buona e genuina. Si può usare il lievito chimico, oppure il lievito di birra o il bicarbonato, ma io non ho resistito, l'ho preparata con il mio li.co.li E' tipica della romagna ma si trova ovunque e si può gustare in tantissimi modi... io l'ho preparata alla maniera più classica, con prosciutto, stracchino e rucola.
Nota della spesa
g. 250 farina 0
g.  30 strutto
g.  40 li.co.li ben rinfrescato
g. 100/ 130 di acqua per impastare 
g.    5 sale
*********************************************************************************
Nella planetaria ho impastato tutti gli ingredienti ottenendo una pasta morbida e soda, ho fatto riposare in frigorifero per quasi 15 ore. 
 Il giorno dopo ho tolto la pasta dal frigo lasciandola riposare a temperatura ambiente, poi ho l’ho divisa in quattro palline.
                                         Con un mattarello ho steso la pasta in una sfoglia sottile
 ho riscaldato una pentola antiaderente e ho cotto le piadine rigirandole più volte per circa ¾ minuti. 
Le piadine si accompagnano calde, con prosciutto crudo, stracchino e rucola o quanto la fantasia suggerisce. Tempo fa avevo partecipato con questa ricetta alla raccolta "gli amici no-blogger della cuochina".
                                                                Siate sempre lieti.
                                                                      Nonna Dani

1 commento:

  1. Bravissima! L'ho provate a fare con la pasta madre solida e l'olio d'oliva e sono andate a ruba..le tue devono essere doppiamente golose, complimenti e grazie x la ricetta :-)

    RispondiElimina

Ogni vostro messaggio è gradito purchè non offenda nessuno. I commenti anonimi non saranno presi in considerazione.