Novità in cucina

mercoledì 13 maggio 2015

PANE TOSCANO INTEGRALE



    Non so voi, ma a me piace molto il pane toscano, mi piace a tal punto che è diventato il mio pane  come avevo pubblicato tempo fa. Lo preparo spesso nonostante la procedura, sia un po' lunga, ma proprio per questo riesco ad adattare al meglio i miei tempi, con quelli di preparazione. Il pane toscano integrale è simile al toscano classico, ho provato a farlo aumentando la quantità di li.co.li per aiutare la lievitazione con farina integrale e naturalmente ho usato farina integrale di buona qualità e il risultato non è stato niente male, anzi provare per credere. E' soffice, fragrante, è buonissimo!
Vi servirà:
g. 150 licoli ben rinfrescato
g. 800 farina integrale bio
g. 400/420 di acqua 
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di malto
*********************************************************************************
1° impasto (solitamente al mattino)
Si impasta il licoli con g. 250 di farina e si aggiungono g. 130/150 di acqua naturale. La percentuale dell'acqua da aggiungere dipende molto da quanto assorbe la farina, in ogni caso si impasta bene per avere una massa morbida ed elastica. Si lascia lievitare per circa 8 ore in una terrina coperta da una pellicola, meglio ancora in un sacchetto di plastica chiuso.
2°impasto alla sera
tutto il primo impasto +
g. 300 di farina integrale
g. 150 acqua naturale
Si impasta bene il tutto e si lascia lievitare tutta la notte mettendo sempre la terrina nel sacchetto di plastica in frigorifero. 
Tenete presente che l'impasto nel frigo può rimanere anche 24 ore, quindi lo togliete quando avrete tempo per preparare l'ultimo impasto.
3°impasto
Si riporta  a temperatura ambiente poi si aggiungono all'impasto g. 250 di farina, g. 125 di acqua, un cucchiaino di malto e un cucchiaino di sale, si fa incordare bene per circa 5 minuti, poi si divide in due o tre parti come meglio credete e per ogni singolo pezzo di pasta si fanno alcune pieghe poi si da la classica forma del filone. 
A questo punto si arrotolano i filoni singolarmente in tovaglioli di cotone e si lasciano lievitare per circa 2 ore. Mentre il forno  raggiunge la temperatura di 220° si posiziona il pane sulla leccarda, in questo modo il pane si libero dalla stretta del tovagliolo prende una forma leggermente allargata, formando in superficie alcune crepe. A cottura ultimata il pane risulterà più soffice.
La cottura sarà di circa 10' a 220° poi 25'/30' a 180° infine per gli ultimi 5/10 minuti si posiziona il pane sulla griglia del forno.
                                                             Siate sempre lieti.
                                                                   Nonna Dani

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni vostro messaggio è gradito purchè non offenda nessuno. I commenti anonimi non saranno presi in considerazione.