Novità in cucina

lunedì 20 gennaio 2014

LICOLAMARENA


 
Direttamente dalla madia del licoli, di "quanti modi di fare e rifare" propongo oggi il mio esperimento con il licol-frutta, in questo caso le amarene, lasciate in infusione in acqua per 2 giorni.  L'esperimento è andato benissimo e dopo sei mesi posso dire che il mio licolamarena mi ha dato grosse soddisfazioni in cucina; è consolante sapere che puoi creare un nuovo lievito dalla frutta in qualsiasi momento di necessitàe in poco tempo, perchè non è  affatto scontanto che il tuo li.co.li funzioni sempre.... Per questo ringrazio Anna&Ornella per avermi introdotto in questo mondo di lieviti....e lievitati.
A suo tempo avevo scritto così: 
  
   Carissima Cuochina e carissine Anna e Ornella,
   era nell'aria. Da tempo volevo creare un nuovo licoli, ho provato con un frutto di stagione, le amarene. Il procedimento che ho usato è lo stesso di Anna (licoluva 1) ed il risultato è ottimo, lontano dalle mie aspettative.
  Ha un profumo buonissimo di amarena, che sicuramente perderà con i prossimi rinfreschi, ma che mi ha lasciato un'aria di  freschezza  in cucina.
Un bacione.
Daniela
Ho lasciato in infusione 80 gr di amarene lavate con alcuni noccioli, con 100 gr di acqua naturale per circa 48 ore, poi ho iniziato a creare il lievito. 
Ore 21:00

50 gr di farina di forza + 65 gr di acqua d’infusione
Ore 8.30
tutto l'impasto precedente + 25 gr di acqua d’infusione + 20 gr di farina di forza
0re 14.30
tutto
l'impasto precedente + 25 gr di acqua d’infusione + 20 gr di farina di forza
Ore 18.30
tutto
l'impasto precedente + 25 gr di acqua naturale + 20 gr di farina di forza
Ore 0.40
tutto
l'impasto precedente + 25 gr di acqua naturale + 20 gr di farina di forza
Ore 8.00
Ho fatto il primo lievitato “ I BEN COTTI ALLE CILIEGIE” Ho continuato a fare sempre nello stesso modo altri due rinfreschi, poi l'ho messo in frigo

Questo è il primo lievitato che ho fatto con licolamarena.

“BEN COTTI ALLE CILIEGIE”
  • 250 gr di farina di forza
  • 80 gr di licolamarena
  • 100 gr di latte tiepido
  • 50 gr di zucchero
  • 20 gr di burro
  • 1 uovo, sale
  • 50 gr di ciliegie fresche tagliate a pezzetti
Nella planetaria ho sciolto licolamarena con il latte tiepido, ho unito la farina, lo zucchero, il burro, l’uovo e un pizzico di sale. Ho impastato per alcuni minuti, poi ho lasciato lievitare fino al raddoppio. Ci sono volute quasi 6 ore. Ho ripreso l’impasto abbastanza molle, ho aggiunto le ciliegie ed ho riempito gli stampini. Dopo circa un’ora ho infornato e cotto a 180° per circa 15 minuti.
 
 
 

4 commenti:

  1. Ottimo questo licol-frutta, cara Daniela. E con il passar del tempo diventa sempre meglio, vero?
    Nella madia del licoli c'è anche il link di questo post.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. hai proprio ragione è come il vino più invecchia e più è buono.
    un abbraccio anche a te.
    Nonna Dani

    RispondiElimina
  3. Che bel lievito devi essere orgogliosa e chissà quante belle ricette mi farai vedere con questa meraviglia di lievito !!!!!
    Un bacione :-))

    RispondiElimina
  4. Il lievito da il meglio di sè, io ci provo.
    Un bacione.

    RispondiElimina

Ogni vostro messaggio è gradito purchè non offenda nessuno. I commenti anonimi non saranno presi in considerazione.