Novità in cucina

domenica 10 dicembre 2017

ZELTEN TRENTINO PER QUANTI MODI DI FARE E RIFARE

Eccomi qui ancora una volta puntuale all'appuntamento  dei Quanti modi di fare e rifare del mese di dicembre. La cuochina ci invita a preparare un dolce tipicamente natalizio della tradizione trentina, lo zelten. Sono andata alla ricerca di un pò di storia delle nostre belle tradizioni culinarie e ho trovato che lo zelten ricco di sapore e profumo probabilmente ha le sue origini dal termine tedesco selten-raramente per indicare l'occasione speciale della sua preparazione che avveniva appunto nel periodo natalizio, dove era più facile procurarsi la frutta secca. Oggi è diventato un vero e proprio simbolo della pasticceria trentina. Ho aumentato le quantità rispetto alla ricetta, ma ho rispettato tutti i suggerimenti e consigli utilissimi che la cuochina ha dato.
Si narra che nel lontano 700 questo dolce venisse preparato il 13 dicembre e offerto fino alle fine delle feste. Un'altra leggenda sostiene che venisse preparato il 21 dicembre alla vigilia di S.Tommaso, in quest'occasione tutta la famiglia partecipava alla preparazione del dolce in particolare le giovani donne che lavorano con molta dedizione, perchè il dolce veniva poi donato al futuro fidanzato o sposo; si preparavano dolci di varie misure grande da dividere con la famiglia e piccoli da regalare. Una volta preparato la madre incideva con una croce il centro del dolce e lo benediva prima di infornarlo. Durante la preparazione le donne invocavano il Santo affinchè portasse l'amore nella loro vita. S. Tommaso è colui a cui sono dedicati questi dolci, poichè sarà lui a guidare l'amore verso le giovani donne."
                           L'ho accompagnato con lo zabaione allo zibibbo.
Nota della spesa
g. 450 di farina manitoba
g. 240 di latte
g. 30 di licolarancia
g.  60 di burro
g. 80 di zucchero
1 tuorlo
aroma all'arancia home made
sale                                                                          frutta secca
g. 60 di noci 
g. 60 di mandorle
g. 20 di pinoli
g. 40 di fichi
g. 45 di cedro
g, 45 di uvetta
Crema di zabaione allo zibibbo (facoltativa)
****************************************************************************************
 Ho preparato il lievitino  con g. 30 di licolarancia + g. 30 di farina manitoba + g. 45 di latte tiepido, ho lasciato lievitare per circa 8 ore, poi ho preparato il  1° impasto con g. 225 di farina + g. 135 di latte tiepido + tutto il lievitino, ho impastato bene e fatto lievitare fino al raddoppio in una ciotola di vetro ben coperta con un panetto di pile in un luogo caldo (cucina).
Trascorso il tempo del raddoppio ho preparato il 2° impasto con g. 150 di farina manitoba, g. 80 di zucchero, g. 60 di burro, g. 60 di latte 1 tuorlo e un pizzico di sale. ho rimesso nella ciotola ben coperta e lasciato lievitare per il raddoppio. Per il 3° impasto ho aggiunto tutta la frutta secca tritata l'aroma dell'arancia e la restante farina circa g. 30 impastato bene poi non avendo tempo  ho sistemato l'impasto in frigo per circa 8/10 ore.  Il giorno dopo ho ripreso l'impasto naturalmente lasciandolo acclimatare ho fatto le classiche forme, lasciato riposare ancora fino al raddoppio, ho diviso in due pezzi ho dato la forma rotondeggiante ho decorato la superficie con noci, mandorle e arancia candita, ho spennellato con l'uovo sbattuto e lasciato lievitare ancora 40 minuti. Infine ho cotto a 200° per circa 40 minuti.
Un grazie ad Anna &Ornella alla cuochina a naturalmente a tutte voi che farete un salto da me.
Siate sempre lieti.
Nonna Dani

6 commenti:

  1. Buona domenica cara Daniela!

    E siamo all'ultima ricetta del 2017, come passa il tempo, è già dicembre! Ma oggi siamo felicissime perché è il giorno del dolce natalizio più rappresentativo del Trentino, lo Zelten.

    Cuochina, Anna e Ornella ti ringraziano per la tua splendida versione!!

    Il prossimo appuntamento con la nostra cucina aperta di Quanti modi di fare e rifare sarà con la prima ricetta del Menù 2018, il 14 gennaio prepareremo gli Gnocchi alla romana. Ti aspettiamo!

    Auguriamo a te e famiglia felici feste d'inverno

    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Bellissimo il tuo Zelten e sicuramente profumato e buono con l'aroma all'arancia casalingo.
    Tanti auguri di pace e serenità e alla prossima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille M.Vittoria sempre carina, tantissimi auguri anche a te e famiglia.

      Elimina
  3. Che bello il tuo zelten Dani e quelle fette sono molto invitanti! Auguri bacissimi

    RispondiElimina
  4. ciao nonna Dani,
    che meraviglia...da applauso!!
    La lunga lievitazione perfetta, belle le decorazioni e
    per noi ...una roba che ci piace tanto
    " L'ho accompagnato con lo zabaione allo zibibbo"
    Cari auguri e un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  5. Sembra di sentire il profumo dell'arancia sin qui...buonissima versione..un grande abbraccio e tantiauguri di buone feste, ci ritroviamo a gennaio!!!!

    RispondiElimina

Ogni vostro messaggio è gradito purchè non offenda nessuno. I commenti anonimi non saranno presi in considerazione.