Novità in cucina

giovedì 14 giugno 2018

PIZZA...... E CHE PIZZA

Perchè postare un'altra ricetta della pizza? Difficile la risposta veramente non lo so nemmeno io, ma questa pizza mi è venuta così bene, cosi morbida e croccante al punto giusto che la voglio condividere. L'ho già sperimentata alcune volte per questo inserisco foto scattate in momenti diversi. Non è la solita procedura postata fin ora, pizza in teglia, pizza napoletana  è un pò più lunga, perchè l'autolisi lo prevede, ma se avete tempo e pazienza provatela, ne vale la pena. Il procedimento e i tempi sono più o meno gli stessi del pane fatto con un impasto che prevede, l'autolisi in questo caso  ho aggiunto l'olio che di solito nel pane non metto e una piccola noce di strutto per rendere più morbido l'impasto.
Nota della spesa per 2 pizze
g.320 di farina di cui g, 50 semola pura
g. 70 di licoli molto attivo
g. 250 di acqua
g. 6 di sale
1 cucchiaio di olio evo
1 piccola noce di strutto
per la farcitura delle pizze
g. 200 di pomodoro a pezzi
g. 150 di mozzarella tagliata a listarelle
acciughe, carciofini ecc
origano
olio evo
********************************************************************************************
Ho fatto l'autolisi di 2 ore impastando velocemente tutta la farina e g. 230 di acqua, la piccola quantità restante l'ho usata per sciogliere il sale aggiunto successivamente. Trascorso questo tempo ho aggiunto il licoli, l'olio, lo strutto e il sale ho impastato e incordato per circa 10 minuti. Ho trasferito poi l'mpasto in una ciotola leggermente oliata ho fatto per tre volte le pieghe dentro alla ciotola a distanza di mezz'ora. Ho lasciato riposare per circa 2 ore in ciotola coperta da pellicola trasparente, quando ha iniziato a lievitare ho messo in frigo per circa 20 ore. A tarda mattinata o nel primo pomeriggio, dipenda a che ora si vuole cuocere la pizza e come lievita, ho ripreso il mio impasto                              "favoloso"
lasciato ambientare e lievitare poi l'ho sgonfiato  e diviso in due palline, ho fatto la pirlatura  e rimesso a lievitare circa 3/4 ore. Alla fine ho steso la pasta per preparate le pizze guarnite e cotte su pietra refrattaria. Il calore del forno cuocendo con la pietra refrattaria è automatico sarà circa 240°





Eccola appena sfornata croccante e morbida al punto giusto come piace a me, anzi a noi.
OTTIMA FINO ALL'ULTIMO BOCCONE.
                                                          Siate sempre lieti.
                                                               Nonna Dani

2 commenti:

  1. Stupenda Dani, davvero una pizza coi controfiocchi! Buona giornata cara

    RispondiElimina
  2. Hanno un aspetto stupendo e super goloso! Complimenti Dani e grazie x la ricetta!

    RispondiElimina

Ogni vostro messaggio è gradito purchè non offenda nessuno. I commenti anonimi non saranno presi in considerazione.